I dolci del pasticciere Damiano Suma


(Il pasticciere Damiano Suma)

Ricevo e pubblico 

Con il post di oggi iniziamo un nuovo percorso dedicato ai dolci realizzati dal pasticciere Damiano Suma.
 
 





Le "tette delle monache"


 
("Le tette delle monache, foto Damiano Suma)
 
 
 
 
 

Oggi parliamo delle "tette delle monache", un dolce tipico di Altamura. Questo dolce ha un nome davvero curioso. Ovviamente il nome deriva dalla forma. Secondo un'antica tradizione, il nome del dolce potrebbe derivare anche da una consuetudine tipica delle suore clarisse. Infatti, si racconta che le monache per nascondere il seno utilizzavano una stoffa. Questa creava uno spessore celando così il seno.

 

 
Ricetta
 
  1. 5 uova
  2. 150 g di zucchero semolato
  3. 50 g di fecola di patate
  4. 100 g di farina 00crema pasticcera q.b
  5. crema pasticcera q.b
  6. Zucchero a vela q.b


Procedimento
di Damiano Suma

Iniziamo a montare le uova con lo zucchero. In questo modo otteniamo una sostanza schiumosa. Dopo aver fatto questo dobbiamo mescolare, dall'alto verso il basso, la fecola di patate con la farina. Il composto realizzato viene versato in una sac a poche. Dopodiché , prendiamo delle pirottine e iniziamo a fare delle palline. Terminato questo passaggio possiamo infornare le nostre "tette". Il tempo di cottura è 20 m. Fate attenzione alla temperatura (non deve superare i 200 gradi).

 
(Le tette delle monache, foto Damiano Suma)


 
Nel frattempo iniziamo a preparare la nostra crema pasticciera. Gli ingredienti necessari per la crema sono:
 
  1. 1 litro di latte fresco intero
  2. 1 bacca di vaniglia bourbon
  3. 250 g di zucchero semolato
  4. 80 g di amido di riso
  5. 5 tuorli d'uovo
 
Iniziamo a bollire il latte con la bacca di vaniglia. Fate attenzione: la bacca deve essere tagliata al centro. In questo modo possiamo estrarre il contenuto cremoso. Nel frattempo iniziamo a mescolare lo zucchero con i tuorli e aggiungiamo l'amido setacciato. Quando il latte inizia a bollire versiamo il composto e terminiamo la cottura (sono necessari 1 o 2 minuti di cottura). Dopodiché facciamo raffreddare la nostra crema in una teglia (vi consiglio di ungere la teglia con l'alcol alimentare. In questo modo viene eliminata la carica batterica). Dopo aver fatto questo possiamo conservare la nostra crema in frigo.

 
(crema pasticciera, foto Damiano Suma)


Dopo la cottura delle nostre "tette" possiamo passare alla farcitura. Possiamo farcire le tette praticando un piccolo foro nella parte inferiore. Un piccolo segreto: aggiungete 150 ml di panna fresca semi montata con un po' di zucchero alla vostra crema. In questo modo si ottiene una crema più delicata. Dopo aver fatto questo riponete le tette nei pirottini e aggiungete lo zucchero a velo. Il dolce è pronto.

Damiano Suma indirizzo e - mail: maestropasticcere.suma@tim.it
Per ulteriori informazioni potete visitare anche il profilo facebook: Damiano Suma




 

 


 

.


 

 

 







Nessun commento:

Posta un commento